La scienza nei musei - divulgazione scientifica per le scuole - link al contenuto della pagina | link al menu generale | link al menu di primo livello | link alla ricerca sul sito |

La scienza nei musei

menu generale: menu primo livello: contenuto della pagina:

Centri e Musei

Parco ornitologico Villa d'Orleans

tipologia:
giardini zoologici
servizi offerti:

Il parco storico fu fondato nel 1797 da Ferdinando IV di Borbone. Nel corso degli anni la tenuta, costituita da una pregevole dimora e dal parco, subì diverse trasformazioni, arricchendosi di specie arboree e arbustive più che altro di origine esotica. La villa e il parco furono infine venduti alla Regione Sicilia che fece del Palazzo d'Orleans la propria sede. Alla metà degli anni Cinquanta venne inaugurata, a opera dell'allora presidente della Regione Giuseppe Alessi, un primo nucleo di strutture adatte a ospitare una piccola collezione di pappagalli.  Successivamente la gestione del parco fu affidata a Salvatore Lauricella che arricchì la nascente collezione con  nuovi e rari esemplari (la maggior parte provenienti dalla sua collezione privata). Il parco, inserito nel suggestivo giardino storico, è costituito da voliere, gabbie e laghetti sapientemente disposti tra la lussureggiante vegetazione.
Nel parco si riproducono con una certa regolarità diverse specie, molte delle quali oggi a rischio di estinzione.
Il parco ospita circa 3000 esemplari di uccelli ed è presente una delle maggiori collezioni europee di pappagalli. Fra le specie più rappresentative notiamo inoltre: fenicotteri rosa, grù di varie specie, aironi, fagiani, anseriformi, columbiformi, grandi rapaci e una nutrita varietà di specie di passeriformi. A partire dal 2004 la Regione Sicilia ha avviato il rimodernamento di gabbie e voliere per l'adeguamento alle norme attuali.
Secondo una tradizione inaugurata nel 1955 al momento dell'apertura del Parco, l'ingresso è riservato ai bambini accompagnati da adulti.